Visitare la Capitanata e non solo Foggia

Foggia, provincia del nord pugliese, è una delle più grandi province d’Italia in quanto ad estensione, nonostante abbia una densità abitativa molto bassa, caratteristica questa che rende questo luogo ancora selvaggio in alcuni suoi punti e inesplorato in altri.

Si compone di tre aree geografiche: il Tavoliere, il Gargano e la Daunia, zone affascinanti e ricche di tradizioni storiche e religiose che affondano le radici in un passato antico e spesso fastoso, con un mare bandiera blu nella zona del Gargano, meta infatti di un turismo giovane e dinamico.

Foggia è chiamata anche la Capitanata in onore del fatto che è stata residenza del Catapano, che era la più alta carica dell’impero di Bisanzio, ed in effetti di quella sorta di gemellaggio con l’oriente se ne vedono ancora le tracce, specie per quel che concerne la simbologia e le icone religiose, a partire da San Michele, patrono della città, soggetto di dipinti meravigliosi ospitati nelle varie chiese, che è fondamentale osservare. La più celebre rappresentazione del santo che calpesta un serpente (reperibile in molte zone della Puglia), è emblema della trionfo del male contro il bene, attraverso la perseveranza e il coraggio.

La Chiesa delle Croci è un monumento di un barocco insolito e “alternativo”, costruita attorno al 1600, ricalca soltanto alcune linee dell’arte barocca per il resto ne segue una rivisitazione tendente allo stile povero, basta pensare che è quasi totalmente realizzata in tufo.

Molto suggestivo è anche il centro storico, in particolare Via Arpi, intorno a questa area infatti Federico II di Svevia aveva fatto costruire il suo Palazzo, che ormai però non esiste più: troverete vicoli molto stretti, palazzi nobiliari, nicchie e cunicoli ed una serie di ipogei che soltanto ultimamente sono diventati oggetto di studio e approfondimento.

Dunque ad ovest troverete la zona del sub appenino dauno e vi incanterete guardando quelle casette incastonate nella delicatezza delle colline, spostandovi verso est, nel Gargano incontrerete una costa che fa invidia al mondo, con villaggi turistici molto belli, e la presenza dei Trabucchi, particolari costruzioni di pescatori formati da fitte reti e direttamente a picco sul mare, dove potrete gustare aperitivi, cene a base di pesce fresco, e le molte specialità del posto. Particolarmente consigliato l’assaggio delle chiancarelle, delle tipiche lasagne foggiane, e delle anguille d’acqua marina per il loro sapore intenso, il tutto innaffiato da un Moscatello o da uno Zamarra che vi lasceranno davvero molto soddisfatti.

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *